Pasqua speciale pueblo abbandonato
Diario di viaggio Spagna

Una Pasqua speciale: Pirenei on the road

on
11 Luglio 2020

Pasqua in viaggio

Quest’anno abbiamo una Pasqua speciale per due motivi. Ci consente di viaggiare per più tempo, e ci regala forti emozioni e luoghi da segnare nella lista delle cose da approfondire!

Il road book odierno prevede di giungere fino al lago di La Baronia de Sant Oїsme, un posto talmente ricco di attività all’aria aperta, che una settimana passerebbe come un lampo in una notte di tempesta.

Noi purtroppo ci dobbiamo accontentare… e il tempo non è proprio un gran amicone… i nuvoloni neri sono sempre in agguato.

In marcia!

Dopo aver fatto un po’ di spesa che stipiamo nei nostri frigo da viaggio (i nostri compagni ne hanno uno molto più serio: un coolbox FR40 a compressore), impostiamo sul navigatore la traccia che dal camping Collegats ci condurrà alla nostra prima avventura!

Sì perché a un tratto la strada asfaltata finisce dentro a una zona militare con tanto di sbarra che ci blocca il passaggio.

Pirenei on the road blocco stradale
Area militare ALT!

Che fare?

Ci fermiamo e scendiamo cautamente dall’auto per vedere se c’è qualcuno a cui chiedere informazioni. L’alternativa è saltare una buona parte del tracciato o anche tutto perché il percorso va rivisto in toto.

Fortunatamente dopo poco esce un militare col mitra in mano. Non so voi ma a me sta cosa non mi piace nemmeno un po’. Diciamo che non ti mette propriamente a mio agio…

Il militare, dopo essersi accertato delle nostre intenzioni, ci dice che possiamo proseguire e ci apre la sbarra che ci blocca la strada.

Verso il pueblo abbandonato di Claramount.

Il tempo è nuvoloso, non piove ma a terra c’è del fango.

Iniziamo il nostro percorso in fuoristrada con un paesaggio molto simile a quello visto il giorno prima: ampie vallate di giallo fiorite, nuvole basse, un po’ di nebbia, vegetazione arbustiva e le nostre “amiche” processionarie.

Pasqua speciale, Pirenei on the road
Panorama nuvoloso
Pasqua speciale Pirenei spagnoli
Pista dei Pirenei spagnoli
Pasqua speciale Pirenei Spagnoli
Saliamo fino a raggiungere le nuvole!

Lo sterrato è molto facile, la strada è in pratica una strada bianca con un fondo ben battuto e compatto. Qua e là c’è qualche tratto fangoso che non ci preoccupa perché non presenta pendenze rischiose, anzi.

Il primo regalo della giornata

Arriviamo ora al primo regalo di questa Pasqua speciale: un gruppo di aquile in volo sopra il pueblo più bello che abbiamo incontrato fino ad ora.

Aquile in volo Pirenei on the road
Gruppo di aquile in volo sui Pirenei

La luce è meravigliosa, e appena arriviamo mi catapulto fuori dalla macchina con al reflex in mano e come un cane che sente un odore che deve scovare a tutti i costi, inizio a guardarmi intorno per cercare il punto da cui scattare la mia foto ricordo (siamo ben lontani dal premio Pulitzer!).

Ci sono un sacco di stimoli a cui dare retta: sopra la testa ho questo gruppetto di aquile incuriosito dal mio gran da fare, e il pueblo di Claramount che si mette in posa per i nostri scatti.

Se proprio dovessi chiedere di più chiederei più tempo, perché siamo sempre di volata e vorrei tanto passeggiare tra i suoi vicoli, e una tregua dalla pioggerella sottile che ci perseguita, che però non mi ferma sia ben chiaro!

Pueblo Claramunt
Pueblo abbandonato di Claramunt
Pasqua speciale pueblo di Claramunt
Il magnifico pueblo di Claramunt

Dalla provincia di Aragona alla provincia di Huesca

Quando anche l’ultima aquila si stufa di noi e si dirige altrove, dopo averci salutati, ci rimettiamo in viaggio.

La strada segue un terreno più collinare con più sali e scendi rispetto a poco fa.

La pausa pranzo riusciamo a farla, nonostante tutto, senza bagnarci e per qualche minuto esce pure il sole!

Riprendiamo e subito dopo un cartello ci dice che siamo entrati nella provincia di Huesca, lasciandoci alle spalle quella di Aragona.

Seguiamo per Chiriveta e dopo poco una seconda sbarra ci blocca ancora una volta il cammino. Non essendo una sbarra per gli animali, Mauro prende il GPS Montana e inizia a camminare nei dintorni dell’auto fino a che non trova una strada che va nella direzione giusta.

Il secondo regalo della giornata

Il volante questa volta è mio e con lui stretto tra le mani un po’ sudaticce per la tensione percorriamo un tratto di sterrato davvero incredibile.

La strada si arrampica velocemente sul fianco della collina. Il primo tratto presenta in molti punti notevoli voragini, scavate nel profondo dall’impeto dell’acqua, che superiamo tenendocele a volte al centro del fuoristrada, altre infilandoci dentro.

Pasqua speciale sterrato spagnolo
Trova chi se la dorme di gusto!

Ci sono diversi tornanti che dobbiamo fare in due tempi perché con le ridotte inserite non possiamo sterzare troppo.

Passiamo accanto a dei tralicci enormi di un elettrodotto che porta la corrente oltre la montagna.

Pendenze laterali, solchi a “V” longitudinali, piccoli twist, insomma ce n’è per tutti gusti! Un tratto più verso l’hard come percorrenza.

Pirenei on the road Sterrato impegnativo
Per oggi basta così grazie!

Questo secondo regalo di questa Pasqua speciale è stato mooolto gradito da entrambi gli equipaggi! Qualcuno se l’è pure dormita…

Verso l’Ostello Guias de Montsec

Quando usciamo da questo parco giochi piovuto letteralmente dal cielo visto che non era in programma fare questo tracciato, ritroviamo velocemente le nostre tracce e ci dirigiamo verso il rifugio Guias de Montsec sul lago di La Baronia de Sant Oїsme.

La strada che percorriamo è molto semplice, sembra quasi una pista da biliardo percorribile da qualsiasi automobile, ma… è rossa come la terra delle piste africane.

Verso Guias de Montsec
Pista sterrata verso Guias de Montsec

L’ostello è molto bello ma soprattutto è isolato, come piace a noi.

Non essendoci ristoranti in zona avevamo prenotato prima di partire (visto che c’erano poche camere e non potevamo rischiare di arrivare e trovare tutto pieno… tenendo conto che è anche Pasqua!) stanza e cena.

La cena ci è stata servita in una stanza sotterranea molto suggestiva. Il cibo era ottimo e per l’occasione abbiamo anche assaggiato un dolce speciale fatto di riso al latte speziato con cannella, che io adoro! Non era male, scopriremo in seguito essere un dolce molto gettonato qui in Spagna.

continua…

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Elisabetta Pastrello
Venezia, Italia

Mi chiamo Elisabetta. Sono una donna dalle molte passioni, alcune le ho scoperte piano piano, altre sono esplose come un fuoco d'artificio nella notte nera. Benvenuto nel mio mondo. Sentiti a casa.